Continua la ricerca presso il CNR-SPIN per lo schermo del fascio del Futuro Acceleratore Circolare del CERN a Ginevra

Lo straordinario sforzo economico e tecnologico che il CERN affronterà nei prossimi decenni sarà la realizzazione di FCC (Future Circular Collider), struttura grandiosa sia da un punto di vista ingegneristico, un tunnel sotterraneo di 100 km che passerà addirittura sotto il lago di Ginevra, sia scientifico grazie alla quale si potrà esplorare una fisica non nota, una sfida incredibile che avrà sicuramente una ricaduta enorme nella comunità scientifica.

SPIN studierà un superconduttore ad alta temperatura critica a base di Tallio poco studiato, nel passato, per ragioni di tossicità. Questo superconduttore insieme all’YBCO è uno dei due possibili candidati a sostituire il rame come schermo per il fascio di particelle accelerate. Per ragioni tecniche e di punto di lavoro, sembra che il rame a 50 K, 16 T e 1 GHz, non possieda più le proprietà necessarie a mantenere il fascio di particelle stabile. Lo studio riguarderà la realizzazione di film e coating a base di Tallio tramite elettrodeposizione e deposizione a laser pulsato nei laboratori dell’istituto SPIN del CNR.

Il progetto, iniziato nel 2016, è stato ufficialmente rinnovato per altri 3 anni, 2021-2023, sotto la guida di Alessandro Leveratto, coinvolgendo l’Università di Roma3, esperti in misure di radiofrequenza in campo magnetico, e la Technische Universität Wien di Vienna, per la caratterizzazione strutturale e di trasporto.

Last modified on Monday, 21 December 2020 15:54
back to top